Lo statere di Corinto - Moruzzi Numismatica Roma

nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lo statere di Corinto

SAPERNE DI PIU' > Le monete internazionali
Lo statere di Corinto noto come pegaso
Il Pegaso di Corinto

Il Pegaso

Il "Pegaso" era la moneta in argento del peso di circa 8,5 grammi equivalente ad una didramma euboico-attica, ma del valore di 3 dracme, coniata nella zecca di Corinto a partire dalla metà del VI a.C.
Al dritto reca la figura di un cavallo alato, con le punte delle ali generalmente ricurve, fissato nel metallo nell'atto di spiccare il volo verso destra o sinistra, mentre al rovescio la testa della dea Atena vestita dell'elmo corinzio prende il posto dell'iniziale quadrato incuso, variamente partito, presente sulle serie più arcaiche. Il pegaso e la dea Atena raffigurati sulle due facce della medesima moneta rappresentavano lo stretto legame che collegava tra loro i due principali culti venerati nella città di Corinto. Al di fuori della Grecia propria, il "Pegaso" si diffuse esclusivamente in Occidente particolarmente in Sicilia dove, tra la seconda metà del IV e gli inizi del III secolo a.C., si affermò come il circolante comunemente usato negli scambi commerciali.

Ciascuna espressione di ogni individuo è differente e personale, secondo la logica del proprio pensiero. Una grande quantità di produzioni intellettuali, in modo particolare in internet, vengono messe gratuitamente a disposizione di tutti. Non va però dimenticato che ci sono gli obblighi morali e legali di rispettare la paternità delle creazioni e di non replicarle senza il consenso di chi le ha realizzate. Copyright Moruzzi Numismatica  © 1999-2016

 
© Copyright Moruzzi Numismatica 1999/2016 - Tutti i diritti Riservati P.IVA IT 01614081006
Torna ai contenuti | Torna al menu